NON C'E' FEDE SENZA LOTTA

FIRMA PETIZIONE

SPEZIALELIBERO

DAVIDE LIBERO

TERAMO SOLIDALE











GIUSTIZIA PER GABRIELE

 

TAFFERUGLI TRA TIFOSI IN AREA SERVIZIO A1, UN MORTO
AREZZO - Una persona e' morta dopo uno scontro (un diverbio tra un manipolo di persone) tra tifosi in un'area di servizio lungo l'A1, nel territorio di Arezzo. Secondo le prime informazioni la vittima sarebbe un tifoso laziale. Non e' ancora chiara la dinamica di quanto accaduto e le responsabilita' sulla morte del tifoso (sono chiarissime invece, solo che non si ha il coraggio di andare contro le forze dell'ordine). Sembra secondo quanto emerso la vittima sarebbe stata raggiunta da un colpo di pistola. Tutto e' avvenuto nell'area di servizio di Badia al Pino dove si sarebbero scontrati tifosi della Lazio e della Juventus. Sul posto e' intervenuta la polizia.
Secondo quanto emerso, quando si sono verificati i tafferugli tra tifosi nell'area di servizio di Badia al Pino, una pattuglia della polstrada si sarebbe trovata nelle vicinanze degli scontri e un agente avrebbe sparato un colpo di pistola in aria (la solita storiella per coprire gli abusi...). Ma la dinamica dei fatti č ancora in via di accertamento.
La vittima sarebbe un romano di 26 anni che stava andando in auto a Milano per la partita contro l'Inter insieme ad altri tre tifosi laziali. Questi ultimi sarebbe stati poi portati alla questura di Arezzo per essere ascoltati come testimoni. A riferirlo sono altri supporter della Lazio che, dopo aver appreso la notizia della morte del tifoso, hanno raggiunto la caserma della polizia stradale di Arezzo. Sempre nell'area della caserma si trova l'auto su cui viaggiava la vittima. La macchina avrebbe il finestrino posteriore sinistro infranto.
Si chiamava GABRIELE ed aveva solo 28 anni.


QUESTORE DI AREZZO: "CHIUNQUE SIA STATO SARA'
PERSEGUITO".

"Stiamo accertando la dinamica di quanto č avvenuto, cosa e come sia successo". Lo ha detto il questore di Arezzo Vincenzo Giacobbe sulla morte del tifoso della Lazio. "Siamo dispiaciuti", ha affermato. Ha poi spiegato: "Una volta accertate le responsabilitā chiunque sia stato sarā perseguito rigorosamente".
RICORDATEVI QUESTE PAROLE!!!...