NON C'E' FEDE SENZA LOTTA

laboratoridirepressione

SPEZIALELIBERO

DAVIDE LIBERO











UN POPOLO CHE NON CONOSCE IL PROPRIO PASSATO NON HA FUTURO (settima parte)

 

GOTI E BIZANTINI

 

TRATTO DA "NON C'E' FEDE SENZA LOTTA" N°106

 

Torre Bruciata, antico presidio romano e poi medievale

 

Nell’anno 410 i Visigoti di Alarico I, entrarono a Roma saccheggiando la citta’ per 3 giorni, l’evento viene ricordato come il Sacco di Roma. L’Impero Romano che ricordiamo nel 395 alla morte di Teodosio I, viene suddiviso in una parte occidentale e in una orientale, con capitale Costantinopoli l’attuale Istanbul. Nello stesso anno nel quale i Visigoti misero in atto il sacco di Roma arrivarono anche nella nostra terra, la distrussero e la saccheggiarono. Molto incerte tuttavia le notizie relative a questi anni: si presume che la presenza dei Goti nel territorio di Interamnia si sia protratta fino a circa il 552-554. Dopo la fine della guerra gotica (detta anche guerra greco-gotica, fu un lungo conflitto che contrappose l'Impero bizantino agli Ostrogoti nella contesa di parte dei territori che fino al secolo precedente erano parte dell'Impero romano d'Occidente), nel 553 si passo’ sotto il dominio dei Bizantini. I bizantini altro non erano che l’Impero Romano d’oriente, non c'e’ accordo fra gli storici sulla data in cui si dovrebbe cessare di utilizzare il termine "romano" per sostituirlo con il termine "bizantino", anche perche’ entrambe le definizioni sono utilizzate da molti di loro, spesso indistintamente, per designare il mondo romano-orientale fino almeno al VII secolo.